Contemporanea

Nella produzione contemporanea il tradizionale discrimine tra letteratura “alta” letteratura “bassa” viene spesso messo in discussione, ed ancor più spesso eroso. La confusione conviene innanzitutto al mercato, ma a giovarsene è la stessa letteratura postmoderna, i cui ingredienti più tipici sembrano, fra gli altri, la commistione di linguaggi e di registri, l’uso del pastiche, il citazionismo spinto e altre tecniche figurali trasversali. Quando evita di importarne pigramente gli stereotipi, la letteratura ‘alta’ mostra di saper intrattenere rapporti proficui con i generi di consumo; allo stesso modo, anche opere che appartengono dichiaratamente a generi considerati ‘bassi’ dimostrano ogni tanto di potersi sottrarre all’imitazione passiva di modelli alti e di esprimere potenzialità critiche ed estetiche autonome. D’altra parte, la mescolanza di linguaggi e l’attenzione per linguaggi “altri” si rivolge oggi ad ambiti nuovi, il cui impatto sull’immaginario letterario non è stato ancora sufficientemente indagato: il cinema, il fumetto, la canzone, la musica pop, la televisione, i videoclip.

Esperienze letterarie

Fondata nel 1976 e diretta fino al 1989, anno della sua scomparsa, da Mario Santoro, Esperienze Letterarie è diretta, dal 1990, da Marco Santoro.

Nel corso di questi anni alcuni fra i più autorevoli italianisti peninsulari e stranieri nonché giovani studiosi vi hanno arrecato il loro prezioso contributo, consentendo alla rivista di imporsi a livello internazionale come uno dei periodici più prestigiosi nell’ambito degli studi sulla civiltà e sulle lettere italiane, nel quale spregiudicatamente quanto costantemente è stata assecondata e stimolata, nel solco del non casuale titolo della testata, la vocazione a promuovere il confronto aperto, tanto più efficace quanto più impostato sul piano di proposte e approdi maturati in virtù di ottiche, tendenze, metodiche differenti eppure segnate (e legittimate) da un preciso comune denominatore: la probità scientifica.

I Libri

Dal gennaio 1994 la rivista offre accurate informazioni bibliografiche sulle novità editoriali italiane, schedate secondo le Regole Italiane di Catalogazione per Autori (RICA), al fine di fornire una panoramica completa sulla produzione libraria in Italia che includa non solo le pubblicazioni delle maggiori Case editrici, ma dia spazio anche alle opere degli Editori con minor visibilità ma grande rilevanza culturale.

Ogni numero della rivista contiene i titoli pubblicati in Italia nei tre o quattro mesi precedenti, suddivisi ed ordinati secondo la classificazione Dewey. Note, schede di rinvio e indici per autore/curatore, titolo, editore e collana facilitano la consultazione del bollettino.

Poeti e Poesia

Poeti e Poesia è una rivista, quadrimestrale, internazionale, nata nel 1998 e, dal 2004, diretta dall’illustre Elio Pecora, uno dei poeti e scrittori contemporanei più stimati del panorama italiano, nonché critico letterario apprezzato soprattutto per le sue ricerche su Sandro Penna.

Ma la rivista annovera fra i suoi collaboratori altre voci importanti della cultura nostrana, come Valentino Zeichen, Roberto Deidier, Daniela Marcheschi.

Prospero

“PROSPERO. Rivista di Letterature Straniere, Comparatistica e Studi Culturali” è pubblicata dal Dipartimento di Letterature Straniere, Comparatistica e Studi Culturali della Facoltà di Lettere e Filosofia dell’Università di Trieste. Fondata nel 1993 da allora è uscita regolarmente con cadenza annuale, inizialmente con un profilo scientifico inerente  alle letterature e alla filologia anglo-germaniche che negli ultimi anni ha acquisito un carattere multidisciplinare in direzione della comparatistica e degli studi culturali, in conseguenza dell’ampliamento del Dipartimento stesso.

 

Semicerchio

Semicerchio è la prima rivista italiana di poesia comparata. Fondata nel 1985, si occupa di poesia dall’antichità al contemporaneo, con attenzione particolare al quadro internazionale e ai rapporti interculturali, alla critica tematica e alla letteratura d’immigrazione.Alla prima parte, dedicata a “un tema” antropologico o letterario, seguono una sezione di saggi, una serie di testi poetici inediti italiani e stranieri e infine una vasta rubrica di oltre cento recensioni di libri di poesia internazionale, da quella classica e medievale alla poesia rock, passando per le sezioni francese, inglese, tedesca, russa, brasiliana, spagnola, araba ecc.