Coordinamento riviste italiane di cultura

CRIC

Cosa è il Cric

Esiste un’area della pubblicistica italiana che, pur non avendo alle spalle grandi gruppi editoriali o istituzioni accademiche, anima il dibattito contemporaneo, attraverso il rinnovamento delle idee e l’approfondimento di temi interdisciplinari di grande spessore ·scientifico, culturale e civile. Da questo tipo di esperienze, nasce il CRIC – Coordinamento delle riviste italiane di cultura, fondato a Roma nell’aprile 2003, per iniziativa dei direttori di un gruppo di riviste e per impulso del Consorzio BAICR Sistema Cultura e dell’Associazione delle Istituzioni di Cultura Italiane, che hanno accolto l’idea della rivista Lettera internazionale di proporre in Italia un’esperienza analoga a quelle realizzate con successo da ·ARCE in Spagna e da Ent’Revues in Francia. Il Coordinamento è espressione di riviste culturali italiane dedicate all’innovazione delle idee, all’approfondimento e alla riflessione critica sui diversi temi che interessano il ·dibattito contemporaneo, in ogni campo del pensiero e della creatività.·Le pubblicazioni aderenti al CRIC si caratterizzano perché operano nel mercato al di fuori di ogni dipendenza accademica, per il taglio interdisciplinare dei contenuti e per la dimensione nazionale, europea e internazionale o regionale del loro apporto alla promozione della cultura.

Gli obiettivi

Tra gli scopi principali vi è quello di promuovere la diffusione e la lettura delle riviste culturali, in particolare nei circuiti educativi e dell’informazione, all’interno del territorio nazionale e all’estero. Nei programmi dell’associazione vi è la realizzazione di accordi tra le testate aderenti e con gli altri soggetti, per sviluppare progetti culturali d’interesse comune, migliorare la distribuzione delle riviste culturali nelle librerie e incrementare la loro conoscenza da parte del pubblico.

Diventa socio

Le Case editrici di periodici culturali e le Riviste culturali che intendono iscriversi per la prima volta al CRIC devono presentare domanda per iscritto utilizzando il modulo appositamente predisposto.