Voce Romana

La nuova Voce Romana viene ideata dal prof. Giorgio Carpaneto, insigne studioso di cose romane, docente, saggista, giornalista, poeta, nel 1996.

Il giornale, scritto sia in lingua che in dialetto romano, viene definito dal Direttore come “la voce de li scontenti e de chi ama Roma”. In effetti, a cominciare dall’editoriale, Voce Romana ironizza sui politici di turno, mettendo in risalto le loro magagne con le gustose vignette del musicista e poeta Fernando Di Stefano; tratta dei problemi cittadini, dell’uso del dialetto, della conservazione della tradizione, della storia romana e quant’altro riguardi la cultura nostra. Vi collaborano i più noti scrittori e poeti romani.
L’editore Luciano Lucarini, legato a Carpaneto da antica amicizia, decide di rilevare la testata ed esce con la nuova Voce Romana nel novembre 2009, per le edizioni Pagine. La rivista è da allora bimestrale, formato A4 con stampa in color seppia, 64 pagine con copertina in cartoncino a colori. Si avvale anche stavolta dei più stimati studiosi di cose romane e annovera tra i suoi collaboratori docenti, critici, saggisti che la nobilitano con le loro pubblicazioni. La direzione è stata affidata a Sandro Bari, coadiuvato dal vice direttore Francesca Di Castro, ambedue membri del Gruppo dei Romanisti. Viene così mantenuta una continuità storica ed affettiva con la precedente edizione e con l’indimenticato fondatore.

Direttore: Sandro Bari sandro.bari@alice.it
Vice Direttore: francesca.dicastro@libero.it

Editore Pagine S.r.l.
Via Gregorio VII, 160
00165 Roma.

Tel: 06-45468600

Fax: 06-39738771

e-mail: voceromana@tiscali.it

Presentazione

Direttore

Sandro Bari

Recensioni

Non ci sono ancora recensioni per questa rivista.

Pubblica la tua recensione per “Voce Romana”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *